Articoli

Arredare è forse una delle cose più difficili, soprattutto se vi state cimentando in questa avventura per la prima volta, e quindi per la vostra prima casa. 

Attenzione però a non commettere errori di cui potreste pentirvi e soprattutto che potrebbero non farvi sentire a vostro agio in casa vostra.

Di seguito una mini-guida per non cadere negli errori più comuni che si compiono quando si arreda casa.

1. LO STILE AL PRIMO POSTO

Ancor prima di pensare ai mobili, ai quadri e agli oggetti che dovrete inserire all’interno della vostra casa la prima cosa da decidere è: con quale stile volete arredarla. Non è detto che si debba scegliere un solo ed unico stile ma c’è da considerare che non tutti gli stili stanno bene insieme. Il mix&match va molto di moda negli ultimi anni ma dietro deve esserci sempre uno studio. 

2. PENSATE ALLE VOSTRE ESIGENZE

Quando si arreda casa bisogna tenere conto delle vostre esigenze e dello stile di vita che conducete: ad esempio se siete persone che lavorano e si godono la casa solo di sera, magari con un pasto veloce, sarà controproducente acquistare una cucina enorme che occupa tutta la stanza. Potrete invece dedicare parte di quello spazio creando un angolo lettura. Allo stesso modo, se vivete con gatti in casa, sarà opportuno scegliere mobili resistenti e che possano durare nel tempo. 

3. ATTENZIONE ALLE DIMENSIONI DEI MOBILI

Anche per quanto riguarda le dimensioni bisogna fare attenzione a divani e mobili che decidete di acquistare. Comprare un divano troppo grande per una stanza piccola darà solo un effetto di “soffocamento” e farà sembrare la stanza ancor più angusta. Ogni elemento va proporzionato rispetto al suo contesto. Allo stesso modo, infatti, se comprerete un mobile troppo piccolo la stanza sembrerà vuota.

4. UN’UNICA FONTE DI LUCE

Illuminare gli ambienti è importantissimo quando arredate casa. Se deciderete di mettere una sola fonte di luce in una stanza rischiate che non tutti gli angoli siano illuminati nel giusto modo, soprattutto se l’ambiente non gode di luce naturale. Pensate quindi ad inserire, oltre al classico lampadario, anche delle lampade a parete oppure da tavolo. 

5. NON DEFINIRE UNA PALETTE DI COLORI PRECISA

Certamente non lasciare tutte le pareti di casa bianche può essere un’ottima idea per dare vita alle varie stanze. Importante è però scegliere gli accostamenti cromatici giusti partendo da un colore principale (neutro) e due colori secondari presenti in misura minore rispetto al primo. Scegliere colori che cozzano tra di loro dà solo un risultato disarmonico. 

6. RIEMPIRE TROPPO GLI AMBIENTI

Spesso c’è la tendenza a sovraccaricare gli ambienti soprattutto quando a tutti i costi si vuol dare la propria impronta nello stile dell’arredo. L’errore più comune è quello di riempire la stanza che poi avrà l’effetto di apparire confusionaria.

7. ARREDARE IN MODO FRETTOLOSO

Un altro degli errori più comuni è quello di volere la casa pronta e arredata in ogni dettaglio. Ci vuole tempo per arredare, ancor di più se volete dare un vostro tocco personale allo stile. Per questo concentratevi sull’indispensabile e poi, con calma, provvedete ad aggiungere oggetti, mobili o altro.

8. TENDE INADEGUATE

Non sottovalutate neanche la funzionalità delle tende perché anche loro svolgono il proprio compito nell’arredamento della casa. Per questo impegnatevi a scegliere le tende giuste che devono fondersi con lo stile della stanza in cui le metterete. Attenzione anche alla scelta dei tessuti, da evitare quelli pesanti.

9. NON METTERE PIANTE IN CASA

Non dimenticate mai di mettere in casa vostra piante e fiori che illuminano le stanze e ne migliorano l’aspetto. Purificano l’aria e la migliorano anche sotto il profilo della salute. 

10. APPENDERE I QUADRI IN MODO CASUALE

Anche la scelta di come arredare le pareti non deve mai essere lasciata al caso. Quando appendiamo i quadri facciamolo ponendoli all’altezza giusta e seguendo degli schemi ordinati. Solo in questo modo verranno valorizzati gli interni. 

arredamento 2021

Di anno in anno le tendenze per arredare casa cambiano e si evolvono mixando stili, riprendendo il passato ma con uno sguardo sempre puntato sul futuro.

Il 2020 è stato un anno caratterizzato dalla pandemia e il 2021, anche nell’arredamento della casa, sarà influenzato dalle nuove abitudini di vita che questa situazione ci ha imposto. In questo articolo le dieci maggiori tendenze d’arredo per questo 2021.

MATERIALI SOSTENIBILI

In cima alla lista c’è la sostenibilità: basta spreco e basta utilizzo di materiali che non rispettano la natura. Per questo è tornato molto in auge il legno, meglio ancora se chiaro che doni luminosità all’ambiente senza appesantirlo e regali anche quel senso di calore che solo questo materiale sa trasmettere. L’imperativo è quindi arredare con stile ma utilizzando materiali a bassissimo impatto ambientale.

MARMO

Tra i materiali dimenticati e ora tornati alla ribalta c’è anche il marmo. A fronte di una spesa iniziale più alta rispetto ad altri materiali ha il fascino e l’eleganza che supera ogni ostacolo. Tra i più in voga nel 2021 il nero con venature d’oro ma anche il grigio con venature blu. Perfetto per il top della cucina, o per un tavolo ma anche come materiale da utilizzare per il bagno.

CARTA DA PARATI

Direttamente dal passato la carta da parati sta vivendo una nuova giovinezza. Utilizzata soprattutto come elemento scenografico in alcune stanze della casa, nel 2021 avrà come tema protagonista quello della natura: foreste, paesaggi, fiori insomma tutto ciò che possa rievocare lo stile nature.

COLORI DI TENDENZA

Anche alcuni colori potranno dire la loro nell’arredamento della casa del 2021: il primo in cima alla lista è il grigio spesso considerato un non-colore ma che invece quest’anno torna in auge per la sua eleganza e per il suo effetto riposante. Se il 2020 è stato l’anno del nero quest’anno a conquistare la casa sarà il blu navy anche detto blu marino: una tonalità molto scura di blu, elegante e contemporanea allo stesso tempo. In voga anche i colori “neutri” come il bianco, per creare un’atmosfera particolarmente intima e accogliente.

VETRO DECORATIVO

Anche il vetro colorato è uno dei veri e propri must per il 2021. In primo luogo per la sua versatilità: può essere usato come arredo ma anche per dividere gli spazi con sistemi di scorrimento, evitando così le porte. Non solo, il vetro colorato può essere utilizzato anche per le piastrelle da cucina, nelle docce e come base sui tavoli soprattutto con i motivi floreali che sono molto in voga.

SPECCHI

Non solo in bagno o in camera da letto, gli specchi sono un vero e proprio elemento di design per arredare tutta casa. Un pezzo di arredo che spazia dai classici specchi tondi, con preferenza per cornici colorate, passando per quelli di grandi dimensioni e quelli che ritraggono la figura intera poggiati direttamente a terra e non appesi al muro. In questo caso si può spaziare moltissimo anche con le forme.

LUMINOSITÀ

Il 2021 è all’insegna della luce ma non quella artificiale, data dalle lampade, piuttosto quella naturale. Spazio quindi a tende finissime e arredi che alleggeriscono la stanza così da dare un effetto il più possibile luminoso.

TESSUTI

Un altro ritorno dal passato al presente è quello del velluto: un materiale che per anni è stato messo da parte ma che ora è tornato in voga soprattutto per divani e poltrone. Tra gli altri materiali must del 2021 anche i tessuti naturali come cotone, lino, juta o canapa.

PIANTE E FIORI

Le piante sono da sempre un elemento di arredo per la casa: piccole o grandi tra le più amate certamente quelle grasse, che hanno bisogno di pochissime attenzioni, di tantissime forme e varietà diverse spesso usate per riempire spazi vuoti su mensole o mobili a parete. Molto in voga anche le piante da vaso che vengono collocate, essendo da interno, vicino alle finestre sia nella zona living che in bagno. Potete anche scegliere di acquistare piante e fiori finti che sono elementi di arredo che non hanno bisogno di nessun tipo di manutenzione e che risultano essere delle ottime alternative.

RIORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI

Il 2021 è anche l’apoteosi degli spazi condivisi e dello stop alle divisioni drastiche e rigide degli ambienti: via quindi a cucina e zona living in un grande open space che avrà anche il merito di far sembrare gli spazi più grandi e luminosi.